Mission

La Sfida del Cuore nasce nel 2004 da un’idea dell’imolese Deanna Zaccherini con l’intento di legare un evento benefico all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, uno dei punti di eccellenza della città di Imola. Affiancata fin da subito dalla società che gestisce l’Impianto, la Sfida del Cuore dona ogni anno l’intero ricavato dell’evento. La formula si basa sullo spettacolo legato allo sport: una festa il sabato sera e, la domenica, gare di kart che vedono protagonisti Vip ed appassionati che si sfidano sull’asfalto dell’Autodromo di Imola.
L’Evento è intitolato a Werter Giacobazzi, storico collaboratore dell’Autodromo di Imola, prematuramente scomparso nel 2001.

Nel corso delle tredici edizioni fin qui svolte, sono stati donati oltre 100mila Euro.
Tra i numerosi interventi, a favore della collettività, anche un’altalena per bimbi disabili, posizionata in un parco cittadino, un visualizzatore di vene donato al Reparto oncologico dell’Ospedale di Imola, un flussometro regalato al Reparto Pediatrico.
Il 31 agosto 2016, alla presenza di Jacques Villeneuve, è stato inaugurato il Memoriale dedicato al padre Gilles, opera situata ad Imola nei pressi dell’omonima Variante. L’intervento è stato voluto ed interamente finanziato dalla Sfida del Cuore.
Con i proventi dell’edizione 2017 si è invece provveduto a dotare di un Crimescope, (attrezzatura forense in grado di repertare in maniera molto veloce ogni tipo di traccia biologica), il Reparto Scientifico del Commissariato imolese.

La Sfida del Cuore gode del Patrocinio di: Comune di Imola, Regione Emilia-Romagna, Motor Valley, Aci Bologna, SAP (Sindacato Autonomo Polizia) Emilia-Romagna.